Comunicato CEAM su sospensione alcune attività pastorali

ARCIDIOCESI DI LANCIANO-ORTONA
Facendo proprie le disposizioni della CEAM (Conferenza Episcopale Abruzzo Molise), anche la nostra Arcidiocesi invita tutte le comunità parrocchiali a sospendere, quale misura precauzionale, le attività pastorali rivolte a ragazzi, giovani e adulti (catechismo, incontri formativi, assemblee, ecc.) ed a tenere presenti i suggerimenti dati dalle Autorità sanitarie. Nello stesso tempo si ricordano le misure di precauzione già comunicate sempre dalla CEAM, sulla partecipazione alle liturgie.
Di seguito, si riportano integralmente i comunicati CEAM riferiti a quanto sopra.
+ Emidio Cipollone, Arcivescovo
Comunicato circa la chiusura delle scuole
e la sospensione di alcune attività pastorali
Poiché per disposizione governativa Scuole e Università resteranno chiuse fino al 15 marzo quale misura precauzionale nei confronti della diffusione del coronavirus (Covid 19), anche le attività pastorali rivolte a ragazzi e giovani nella nostra Regione Ecclesiastica siano sospese fino alla stessa data. Invitiamo i credenti a frequentare le liturgie avendo cura di osservare le misure di precauzione già indicate nel Comunicato del 25 u.s., evitando contatti fisici (ad esempio al segno di pace o nell’uso delle acquasantiere), ricevendo la Santa Eucaristia nella mano e mantenendo le distanze minime suggerite fra le persone. Stia a cuore a tutti che quanto sta avvenendo non generi allarmismo, suscitando paure ingiustificate.
Ricordiamo l’importanza della preghiera affinché il Signore conceda la grazia della guarigione ai malati, consoli chi è nel dolore, preservi l’umanità intera dalla malattia, illumini e assista medici e infermieri, chiamati ad affrontare in frontiera questa fase emergenziale, oltre che coloro che hanno la responsabilità di adottare misure precauzionali e restrittive. Si possono adoperare pregando parole come le seguenti: Signore Gesù, Salvatore del mondo, speranza che
non ci deluderà mai, abbi pietà di noi e liberaci da ogni male! Ti preghiamo di vincere il flagello di questo virus, che si va diffondendo, di guarire gli infermi, di preservare i sani, di sostenere chi opera per la salute di tutti. Mostraci il Tuo Volto di misericordia e salvaci nel Tuo grande amore. Te lo chiediamo per intercessione di Maria, Madre Tua e nostra, che con fedeltà ci accompagna. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.
+ Bruno Forte Arcivescovo di Chieti – Vasto Presidente della CEAM

Nuovo comunicato CEAM circa l’attenzione agli inviti
delle Autorità Sanitarie riguardanti il Coronavirus
Dall’incontro con le Autorità sanitarie preposte alla prevenzione circa i rischi di diffusione del Coronavirus sono emersi alcuni suggerimenti che è bene portare a conoscenza di tutti i Sacerdoti e Operatori pastorali del nostro territorio. Li elenco di seguito, perché si possa servirsene informando la gente a noi affidata:
1. In caso di tosse e febbre, restare a casa, senza andare al Pronto soccorso.
2. Chiamare il medico di famiglia o il numero verde della ASL di appartenenza (ABRUZZO: ASL n. 1 L’Aquila:118; ASL n. 2 Chieti-Lanciano-Vasto: 800 860 146; ASL n. 3 Pescara:
118; ASL n. 4 Teramo: 800 090 147; MOLISE: 0874 313000 e 0874 409000)
3. Se si hanno sintomi riconducibili al Coronavirus non nascondersi per timore di entrare in
quarantena, ma manifestarli subito per evitare il rischio di infettare altri.
4. Si raccomanda a tutti di agire con responsabilità verso la collettività e sempre avendo cura di prendere le precauzioni necessarie, suggerite dal decalogo preparato a livello governativo e già diffuso anche in comunicati precedenti della CEAM.
5. Continuiamo a rivolgerci con fiducia al Signore perché guarisca i malati, consoli chi è nel dolore, preservi l’umanità intera dalla malattia, illumini e assista medici e infermieri, chiamati ad affrontare in frontiera questa fase emergenziale, oltre che coloro che hanno la responsabilità di adottare misure precauzionali e restrittive 

Autore dell'articolo: mail@advisual.info