affari economici

 


II Consiglio per gli Affari Economici è un consiglio del Vescovo, ma – a norma di diritto – è organismo della Curia Diocesana (cf ClC 492 e sg).
È l’organo di partecipazione effettiva dei fedeli nella gestione economica della vita diocesana (cf CIC 212), non in base a rappresentanza di comunità o di gruppi, ma per mezzo di persone «veramente esperte in economia e nel diritto civile ed eminenti per integrità» (CIC 492,1). Il Consiglio per gli Affari Economici, presieduto dallo stesso Vescovo diocesano o da un suo delegato, è composto da almeno tre fedeli nominati dal Vescovo.
Spetta al Consiglio per gli Affari Economici predisporre ogni anno, secondo le indicazioni del Vescovo diocesano, il bilancio preventivo delle questue e delle elargizioni per l’anno seguente in riferimento alla gestione generale della diocesi ed approvare, alla fine dell’anno, il bilancio delle entrate e delle uscite (can. 493).

 

 

 

COMPONENTI:

don Roberto GEROLDI, Vicario Generale

don Domenico DI SALVATORE

don Michelangelo ZACCARI

dott. Giancarlo AMMIRATI

dott. Zeffirino DI SALVO

dott.ssa Gabriella BALDASSARE POLIDORO

dott.ssa Milena BASTI

ing. diac. Tommaso GALANTI

Autore dell'articolo: mail@advisual.info